Milano, 11 aprile 2014

BuongiornoCReG selezionato tra i 10 finalisti di ehealth4all

Entra nel vivo la fase finale di ehealth4all per il miglior progetto informatico sulla prevenzione

Ultime notizie

Buongiorno CReG” è stato giudicato positivamente dal Comitato Scientifico del premio eHealth4all ed è entrato  nella rosa dei 10 progetti finalisti.

ClubTI (Club per le Tecnologie dell’Informazione di Milano e della Liguria), AUSED (Associazione Utilizzatori Sistemi e Tecnologie Dell’informazione) e AICA (Associazione Italiana per l’Informatica ed il Calcolo Automatico), hanno attivato un percorso triennale per un premio denominato eHealth4all, con la finalità di promuovere le iniziative di sviluppo tecnologico ICT nell’ambito Salute per i cittadini, con particolare attenzione alla utilizzabilità e alla sostenibilità. L’iniziativa si colloca tra quelle correlate a EXPO2015.

Il premio eHealth4all si propone di essere un significativo stimolo culturale sui temi dell’innovazione che, abilitata dalle tecnologie dell’Informazione (ICT), può dare un importante impulso nella gestione del sistema salute e del benessere, finalizzato a porre il cittadino al centro del “Sistema Salute” e non considerarlo solo “oggetto” dei metodi di cura del sistema sanitario. 

Nell’evento dell’11 aprile 2014, presso Assolombarda, sono stati presentati i 10 progetti finalisti. Questi progetti, provenienti da operatori di tutta Italia, saranno monitorati per un anno per verificare se e quanto aderiscono ai criteri (ampiezza di bacino d’utenza, efficacia, riproducibilità, misurabilità ed autorevolezza) con i quali sono stati selezionati.

Il progetto Buongiorno CReG è stato presentato dalla Cooperativa Medici Milano Centro (CMMC) e Telbios.

 «Questa manifestazione – riassume Ornella Fouillouze Responsabile Sanità di ClubTi Milano - può dare un impulso a noi informatici affinché nei prossimi anni studiamo soluzioni sempre più adattate alla tipologia di paziente, e semplici per chi ha bisogno di fruire di suggerimenti in tempo reale, o di comunicare rapidamente i propri parametri o un’emergenza. La parola d’ordine d’ora in poi nei progetti di e-health credo sarà sempre più “semplicità”».


Per ulteriori informazioni: