Milano, 15 luglio 2016

Pubblicato il libro bianco di Assehs sulla analisi dei bisogni dei pazienti fragili e cronici complessi

Ultime notizie
Il progetto Assehs ha lo scopo di analizzare la distribuzione delle tecniche di stratificazione e l’attuazione di interventi integrati per pazienti fragili cronici complessi in diverse regioni europee: Paesi Baschi, Catalogna, Lombardia, Puglia. Anche se quattro regioni appartengono ai paesi mediterranei (i loro sistemi sanitari condividono alcune caratteristiche comuni come essere finanziati pubblicamente), l’organizzazione dell’assistenza sanitaria in queste regioni è sufficientemente eterogenea per garantire che i risultati di questa analisi siano generalizzabili anche ad altre regioni.

Assehs ha sviluppato un framework (Quadro di valutazione di intervento – IAF) che ha integrato tutti i risultati del progetto e che è stato utilizzato per valutare le iniziative di stratificazione in corso nelle diverse regioni. Lo IAF comprende tutti i domini coinvolti nella stratificazione del rischio: a) la selezione o lo sviluppo di uno strumento di stratificazione del rischio b) il piano di attuazione per uno strumento di stratificazione del rischio c) l’impatto della distribuzione di uno strumento di stratificazione del rischio.
Attraverso l’analisi dei dati generati dal progetto e la distribuzione della IAF in ogni regione è stato possibile raccogliere informazioni su ogni programma regionale, evidenziando le aree di miglioramento e le buone pratiche che potrebbero essere replicate in altre regioni, che intendano lanciare programmi analoghi.

L’output finale del progetto Assehs è un libro bianco, la cui stesura è stata coordinata da Telbios, ed il cui obiettivo è la diffusione della conoscenza circa l’uso di strumenti di stratificazione del rischio a diversi livelli: politico, di programmazione sanitaria e di pratica clinica.

Il Libro Bianco descrive in dettaglio le principali barriere che possono essere incontrate durante la pianificazione e la distribuzione di strumenti di stratificazione del rischio in un intervento regionale, come pure gli elementi facilitatori che aiuteranno a superare tali barriere. Le migliori pratiche e le lezioni apprese dalle quattro regioni pilota potranno servire da esempio per altre Regioni che intendano sviluppare nuovi modelli per interventi di gestione proattiva della multicronicità dei cittadini più anziani e fragili complessi, basati sulle diverse esigenze di tali pazienti.

Il libro Bianco del progetto Assehs